5 consigli per ri-arredare la casa spendendo poco || Home tour before & after

Buongiorno ragazze come state?
In questi giorni sto cercando di ri-arredare una piccola casetta che mi piacerebbe usare per fare lo scambio casa, un modo di viaggiare assolutamente creativo e insolito.

La casetta è già arredata e purtroppo non rispecchia più i miei gusti, ma che fare quando non si può iniziare da zero? Come ri-arredare una casa già arredata spendendo poco?

Ecco i miei cinque consigli:

1) Scegliere uno schema di colori e uno stile in base ai mobili che ci sono già.


La cosa più importante secondo me per avere un buon risultato è seguire questi due punti:

  • Scegliere uno schema di colore
  •  Scegliere uno stile di arredamento in base ai mobili che ci sono già senza provare a stravolgerlo.

Credo che sia sempre meglio partire con un progetto, fare un po’ il punto della situazione vedere cosa si può togliere e cosa no. Per esempio io non posso sicuramente sostituire cucina e frigorifero ma posso cambiare i colori della casa e dei tessuti, scegliere tende diverse e aggiungere qualche dettaglio qua e là. Avevo questo bel puzzle da 3000 pezzi con la sua cornice in legno che è sicuramente il protagonista di questa stanza e così sono partita da lì.

Per quanto riguarda i colori ho scelto dei toni sul marrone e sul beige in modo tale da bilanciarmi con i colori e le linee moderne dei mobili e del pavimento in cotto.

Per quanto riguarda lo stile non so esattamente come definirlo, non mi piace sicuramente uno stile moderno e minimalista quindi ho cercato di dare un mood accogliente, ha sicuramente qualche richiamo di vintage e shabby ma non credo abbia un nome preciso.
Sono partita dai colori della base e mi sono mossa di conseguenza.

2) Decorare con gli stickers da parete.
Mi piacciono gli stickers perché rendono la casa più accogliente e “vissuta” e danno quel tocco personalizzato. Amo le frasi quindi uno sticker con una citazione sul divano lo trovo perfetto per dare il benvenuto ai miei ospiti.
Ho usato “Live ° Love ° Laugh” che è un po’ il motto della mia vita.

 

Potete trovare questi adesivi murali su tenstickers.
Ne trovate davvero per tutti i gusti, se siete dei viaggiatori forse apprezzerete gli adesivi col planisfero o con i segnaposto per riempire la cartina oppure se siete dei creativi gli adesivi effetto lavagna per appuntare le cose da fare durante la settimana o col menu sono perfetti per voi!



3) Rimodernare vecchi mobili.
Non è necessario spendere tantissimi soldi , se avete zie, nonne e parenti che conservano i loro mobili vecchi in soffitta siete già fortunatissime. Potete rimodernarli dando loro una nuova vita. Avete mai sentito parlare dello shabby chic?
Questo stile ha preso piede ormai da alcuni anni e va alla grande proprio perché permette di ottenere dei risultati meravigliosi ad un prezzo tutto sommato contenuto.
Qui potete leggere i miei dieci consigli per arredare la casa in stile shabby chic.

4) Arredare con dei quadri stampandoli da se o darsi al fai da te.
Su internet si trovano tantissime immagini libere di pubblico dominio.
Le mie preferite sono le illustrazioni botaniche da stampare che ben si prestano a diventare quadri.
Ho preso l’illustrazione di queste bellissime farfalle e le ho fatte stampare ad una copisteria vicino l’università pagando la stampa 4€. Basta trovare una cornice adatta e via. Il vostro quadro è fatto.

Per quanto riguarda il fai da te davvero potete sbizarrirvi.
Io vi consiglio di dare un’occhiata a questo sito dove troverete tantissimi progetti fai da te per arredare la vostra casa.

 

5) Acquistare al mercato di quartiere o negli outlet online.
Se avete un budget piuttosto limitato potete acquistare nei mercatini locali e online.
Per i tessili io trovo tantissimo al mercato,  ad esempio il cuscino con il gatto troppo simpatico l’ho pagato 5€ e da sicuramente un tocco davvero originale al divano.

Gli outline online invece li preferisco per pezzi particolari o oggetti insoliti.
Guardate che meraviglia questa mini-libreria in legno, il tappeto a forma di cuore e l’abat jour in stile shabby chic che ho preso su Dalani.

 

 

casale_prima_e_dopo_house_tour-3 casale_prima_e_dopo_house_tour-2 casale_prima_e_dopo_house_tour-4

 

E infine il prima e dopo:

 

 

 

 

Cosa ne pensate dei miei consigli? Qual è il vostro preferito? Vi piace come ho arredato la mia casetta? 

E se vi piace davvero tanto potete anche soggiornarci su airbnb. La mia casetta si trova in Basilicata nel meraviglioso borgo dei Palmenti, antiche grotte dove si faceva fermentare il vino che assomigliano alle casette degli hobbit!

 

Se i miei consigli sono stati utili e vi hanno dato qualche ispirazione aiutatemi a far conoscere il blog condividendo questo post sui social 😉

Guida all’acquisto della prima agenda ad anelli – Che agenda compro per il 2017? Dove comprare agende ad anelli: filofax,kikkik,webster’s pages, carpe diem

Buongiorno ragazze oggi voglio rispondere alla domanda che fate più spesso alla query di google:

DOVE COMPRARE LE AGENDE AD ANELLI?

QUALI SONO I NEGOZI ITALIANI DOVE COMPRARE AGENDE CHE VENDONO FILOFAX, KIKKI-K, CARPE DIEM E WEBSTER’S PAGES?

setup_agenda_kikkik-1

L’agenda è una kikkik della collezione 2015 l’astuccio in tessuto è del “il tocco di po

Negozi italiani:

 

www.amazon.it uno dei migliori negozi online italiani secondo me in quanto ha spedizioni veloci e quando le agende filofax stanno per uscirele mette in prevendita quindiè possibile acquistarle ad un prezzo al ribasso. Io comprai così la mia filofax butterfly personal

Trovate le filofax personal :

Le filofax A5:

Trovate anche le color crush di Webster’s pages:

 

Trovate anche gli Happy planner della linea create 365 di Me & my big ideas.

 

Trovate anche  i memory planner di Heidi Swapp :

http://scrapiteasy.com Trovate webster’s pages, happy Planner create 365 di Me & my big ideas, e memory planner di Heidi swapp nella categoria planners  http://scrapiteasy.com/it/143-planners

http://www.timbroscrapmania.it/  Trovate webster’s pages, Happy planner e memory planner http://www.timbroscrapmania.it/it/4-album-planners-e-agende

http://www.scriptamanent-torino.com Negozio italiano dove trovate webster’s pages, Happy Planner create 365, Carpe Diem di Simple Stories e memory planner di Heidi Swapp nella categoria planners http://www.scriptamanent-torino.com/categoria-prodotto/planner/

http://www.fatelecreative.it/shop/ trovate le webster’s pages e  happy planner  http://www.fatelecreative.it/catalogo/categoria/planner/

 

 

Negozi europei:

Essendo europei non si paga la dogana ed alcuni di essi hanno spese di spedizioni uguali a quelle italiane o dipoco superiori e il vantaggio di arrivare comunque in poco tempo. Sono rimasta esterrefatta quando dopo aver comprato su https://www.scrapbook-werkstatt.de la carpediem ballerina ho ricevuto il pacco dopo solo 3 giorni lavorativi. Ordinata lunedì mi è arrivata giovedì…altro che poste italiane! Un flash! E niente la Cermania è la cermania.

https://www.scrapbook-werkstatt.de Sito tedesco con spedizioni lampo, trovate le webster’s pages, le carpe diem di simple stories, le filofax, memory planner di Heidi Swapp e le Happy planner di create 365

http://www.craftie-charlie.co.uk/ sito inglese come suggerisce il co.uk (tendenzialmente tutti i siti che finiscono con questo nome di dominio sono inglesi) trovate le carpe diem simple stories e le Memory planner di Heidi Swapp

https://www.scrobby.nl/ Sito olandese dove trovate le carpe diem simple stories e le Memory planner di Heidi Swapp e le Happy Planner

http://www.paperchase.co.uk/ trovate le agende paperchase e le filofax

Negozi Oltreoceano

ATTENZIONE! Essendo siti oltreoceano se superate i 22 euro potreste pagare le spese doganali. 

Australiano:

http://www.kikki-k.com/ Le nostre amate agende kikki-k sono australiane. Anche se è presente un negozio fisico a Londra attualmente i prodotti arrivano da oltre oceano quindi se superate i 22€ potreste pagare la dogana  di conseguenza se comprate le agende di dimensione medium con i saldi potreste evitarla se acquistate delle large o A5 molto probabilmente pagherete anche le spese doganali.

Io vi consiglio fortemente di aspettare i saldi di fine stagioni per le kikki-k perché si arriva a ribassi del 30% e anche del 40%. Iscrivetevi alla newsletter perché spesso fanno sconti del 20% o danno le spedizioni gratuite o ridotte.

Vi consiglio anche di impostare la valuta australiana quando fate l’ordine perché al cambio è molto vantaggiosa.

Attualmente non è possibile acquistare le kikkik su amazon e nemmeno in negozi italiani.

Americani:

Tendenzialmente non amo acquistare sui negozi americani perché i prodotti stanno circa un mese per arrivare e il rischio dogana è alto anche se i negozi sono fornitissimi. Spesso su Blitsy le agende le trovate scontate quindi vi conviene comprarle solo in questi casi e se avete la pazienza di aspettare un mese per riceverla. Anche in questo caso se superate i 22€ le spese doganali sono probabilissime, dall’America bloccano i pacchi quasi sempre.

A quanto ammontano le spese doganali? A circa il 20% sull’acquisto fatto + oneri doganali di 11€. Per esempio io ho pagato su una spesa di 35€ -> 18€ di dogana,di cui 11€ di oneri e 7€ di iva. Vi sconsiglio di comprare sui siti americani proprio per questo motivo. Con 18€ vi comprate un’altra agenda ;).

https://blitsy.com/ Trovate Carpe diem di Simple Stories, Happy Planner di create 365, webster’s pages e memory planner di Heidi Swapp. Fanno molto spesso sconti molto vantaggiosi, unica pecca che il prodotto arriva in un mese. Li trovate nella categoria planner https://blitsy.com/categories/planners-planners

http://www.scrapbook.com/store/cat/planners.html  Sito americano fornitissimo anche di materiale per  scrapbooking. Trovate sempre le solite webster’s pages, Carpe Diem e memory nella categoria planners: http://www.scrapbook.com/store/cat/planners.html

 

Cinesi, koreani:

https://it.aliexpress.com Anche qui se superate i 25€ c’è il rischio dogana ma in genere se acquistate solo un planner state al di sotto e quindi potete stare tranquille.

Su aliexpress trovate le agende macaron e tantissime altre. Non è un singolo negozio ma diversi negozi e purtroppo non tutti gli shop hanno agende di ottima qualità. Anche le stesse macaron non sono sempre uguali. Io mi sono trovata molto bene con il negozio di Miss becky che ha le agende macaron di buona qualità:

https://it.aliexpress.com/store/group/Planners-Organizers/1405541_506280810.html?spm=2114.8147860.0.0.yzVp3E

https://dokibook.com/ trovate dokibook e discagenda. Se ne comprate solo una credo riusciate ad evitare la dogana. Ma non ci ho mai acquistato quindi non posso dirvelo con certezza.

(quello che vi scrivo potrebbe cambiare nel tempo, anche le agende potrebbero non essere più fornite in questi shop)

Grazie alla mia guru Luciana di Lucy-Wonderland per avermi fatti scoprire molti di essi.

Questo post è in continuo aggiornamento anzi se ne conoscete qualcuno che non ho citato suggeritemelo nei commenti. Grazie :)

Se avete trovato il post utile non dimenticate di condividerlo sui social 😉

 

*Questo post contiene alcuni link affiliati significa che guadagnerò una piccola percentuale sugli acquisti fatti tramite il mio blog, ve lo scrivo per una questione di trasparenza.

10 consigli per arredare la casa in stile shabby chic || Home decor

Buongiorno ragazze! Avete mai voglia di cambiare tutto l’arredamento in casa? Io sono mesi che voglio ri-arredare il mio laboratorio e creare una craft room con i fiocchi ed è un’idea che mi frulla in testa ormai da qualche settimana.
Come molte donne sono rimasta incantata dallo stile shabby chic, un modo di arredare che ha preso piede tantissimo in questi anni e che è diventato ormai una moda.
Ma come mai questo stile ha saputo conquistare i nostri cuori?

Vediamo in breve la sua storia:

Lo shabby chic nasce in America (come tutte le cose innovative) e prende piede piano piano anche in Italia.
Shabby significa letteralmente trasandato quindi si parte da qualcosa di vecchio e antico e gli si da una nuova vita rendendolo elegante, chic. L’idea è quella di creare un’ambiente accogliente che renda la casa un piccolo rifugio.
Tendenzialmente si dovrebbe iniziare da qualche mobile vecchio ma molti produttori di mobili si sono adeguati quindi è possibile trovare anche mobili in stile shabby completamente nuovi senza il bisogno di doversi “sporcare le mani”, ad esempio cercando su Dalani ne trovate moltissimi.

Condivido con voi i miei dieci consigli per arredare in stile shabby chic, seppur non mi considero un’esperta nell’ambito dell’arredamento è da anni che lavoro con fotografia e grafica quindi credo di aver sviluppato un minimo di gusto estetico.

1) Pronti, partenza, via! 

Se non iniziate da zero ma volete ri-arredare tenete conto che la base della casa è importante.
Con una cucina moderna o un pavimento decorato l’effetto non sarà mai lo stesso di una bella cucina classica magari bianca o di un pavimento neutro (in gres o parquet).

2) Recupero

Lo stile shabby nasce come recupero di mobili vecchi. Sono sicura che in soffitta o in casa delle vostre nonne o anziani parenti c’è qualche pezzo che non aspetta altro di vivere una nuova bianca vita. Date un’occhiata anche nei centri di raccolta rifiuti o vicino ai cassonetti nei giorni in cui si possono lasciare mobili vecchi.  Molte persone non sanno che hanno un vero e proprio tesoro in soffitta, e spesso lo buttano non essendone consapevoli. Io sto recuperando vecchie sedie e banchetti in legno e ho molti mobili “candidati” ad essere shabbati.

 

3) Corsi shabby chic

Frequentate un corso per decorazione shabby nella vostra città. Seppur internet è pieno di gruppi e di blog riguardo l’argomento, non c’è niente di meglio di un corso ben strutturato e che vi dia le basi e i “trucchi” del mestiere. Io ho frequentato una lezione shabby chic base a Potenza tenuta da Caterina Urgo di Relook chic, ed è stata la cosa migliore che potessi fare, ho capito da dove partire e come lavorare.
Mi sarebbe piaciuto molto frequentare l’intero corso ma ho preferito iniziare a lavorare con quello che avevo in casa e adesso che ho iniziato a prendere familiarità con la cosa parteciperò ad un altro corso shabby chic a Potenza organizzato da Creativando di Angelita Lagrotta che sarà il 15 Maggio.

Foto Caterina Urgo di Relook chic

4 ) Progettate.

Prima di iniziare mettete nero su bianco. Anzi utilizzate una matita, cancellazioni sono sempre necessarie. Iniziate da una stanza poi se vi piace lavorate su tutta la casa.
Disegnate su un foglio un progetto della stanza. Valutate se utilizzare quello che già avete o se acquistare qualcosa di nuovo. Fate mente locale dei mobili che avete “ritrovato” e di come volete sistemarli. Non è necessario rivoluzionare tutto basta anche qualche piccolo spostamento per dare un’idea di rinnovamento.

 

5) Oggetti del cuore. Utilizzate quello che avete in casa e datevi al fai da te. 



Oltre ai mobili è possibile recuperare  anche vecchi oggetti o crearne di nuovi utilizzando cose semplici. Ad esempio barattoli in vetro, spago e fiori freschi come vi suggerisco in questo tutorial.

Se vi piace il fai da te  vi consiglio di frequentare piccoli workshop (vi consiglio quelli a tema shabby di Angelita) che non solo vi mostreranno le tecniche se non avete ancora manualità ma vi permetteranno di conoscere altre persone interessate come voi all’argomento.
E vi assicuro che condividere la stessa passione è sempre molto bello, soprattutto se in casa siete circondati da persone che non appoggiano e non capiscono quello che fate.

Se invece non siete avvezze al fai da te potete comprarne di già fatti. La moda impazza e gli oggetti decorativi in stile shabby sono ovunque.

6)Colori Pastello.

Lo shabby predilige le nuances chiare e i colori delicati. Oltre al bianco il colore dello shabby per eccellenza vanno bene anche il celeste acquamarina, il lillà, il tortora e il rosa.

8) Occhio ai dettagli.

Se volete creare qualcosa di armonico sono molto importanti anche i tessuti che utilizzate. Prediligete cotone, lino e colori neutri.   I Pattern “permessi” sono stampe floreali, righe, pois e damascato. Non mischiatene mai più di uno nello stesso ambiente e utilizzateli sempre con moderazione.
Se vi piace cambiare seguite il corso della stagione. Sia per i colori dei tessuti sia per le decorazioni. In primavera usate fiori freschi, in estate decorate con spago e conchiglie, in autunno con zucche e foglie secche e in inverno…beh c’è Natale!

 

9)  Rimanete essenziali. 

Lo shabby sicuramente non ha nulla a che fare con uno stile minimal ma cercate di non riempire troppo l’ambiente con inutili fronzoli. L’effetto bancarella al mercato è dietro l’angolo.
Ho visto soprattutto sui gruppi di facebook persone che credono di riuscire a fare qualcosa di carino e riempiono la stanza con troppi oggetti e tessuti per un effetto non esattamente “chic”.
Ve lo dice una che tende al barocco in tutto quello che fa quindi so che può essere difficile soprattutto se come me avete un debole per gli oggetti romantici e decorativi 😉 però non è impossibile.
Abbiamo la fortuna di avere pinterest usiamolo adeguatamente.

10) La vostra personalità è importante.

Lo shabby ben si sposa con altri stili di arredamento : romantico, country e rustico.
Divertitevi a dare un tocco personale, aggiungendo oggetti a cui siete particolarmente legati e create angolini rifugio dove vivere la vostra casa.
Ricordatevi che lo shabby ha il potete di rendere tutto più accogliente perché ogni mobile che avete scelto o ri-decorato e ogni dettaglio che avete inserito ha la sua storia da raccontare!

Spero di avervi dato alcune ispirazioni per iniziare e consigli utili ^_^ fatemi sapere cosa ne pensate!

Per le foto un grazie immenso va a Paola e Giuseppe del Bed & Breakfast Gradelle Pennino un delizioso bed&breakfast nella bellissima Matera, a questo proposito vi suggerisco di dare un’occhiata anche alle “dieci cose da fare in Basilicata” magari vi viene voglia di farci un salto, e perchè no soggiornare proprio in questo meraviglioso posticino!



E voi? Amate lo stile shabby chic? Avete pensato di utilizzarlo nella vostra casa?
Io ho iniziato a creare qualcosina in questo stile quindi vi invito nella pagina dedicata alle mie creazioni che è nuovissima e si chiama chicromantica!
Se volete seguire tutte le novità e curiosare nel mio laboratorio per vedere i prossimi gioielli che creerò seguitemi su snapchat! –>

 

Follow my blog with Bloglovin

Come fare un photo journal o scrapbooking con stampe in stile polaroid

Buongiorno ragazze!

Siamo in autunno e vi sto scrivendo con una tazza di tisana calda in mano, vedo dalla finestra un albero pieno di foglie colorate e un cielo ancora azzurro con qualche nuvoletta bianca qua e là.

Questi giorni sono ancora piacevolmente tiepidi ma sul far della sera inizia ad esser freddo e stare dentro casa a creare è una piccola coccola che amo concedermi.

Mi sto dedicando al mio photo journal, ovvero un diario fotografico con foto in stile polaroid e brevi descrizioni delle mie avventure. Mi piace ricordare l’estate passata e raccontare tutti gli avvenimenti più significativi delle ultime settimane.

stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-19

Grazie all’ispirazione datami da Dana di Blossom Zine ho finalmente trovato una versione che mi soddisfa. Prima utilizzavo una moleskine ma lo spazio ahimè era troppo poco, guardando il suo album più grandicello ho capito che il mio album A4 con la tour eiffel con le pagine bianche di Paperchase era praticamente perfetto!

Il photo journal, inspiration journal, scrapbook o smashbook, come preferite chiamarlo, è una forma di espressione piuttosto libera. Basta prendere un quaderno o un album e iniziare a dare libero sfogo alla fantasia: c’è chi ama attaccarci foto, chi ritagli di riviste, chi fare tutto completamente a mano. A me piace mixare ma non sapendo disegnare bene(anche se ci provo e non mi arrendo) preferisco le foto.

Vi faccio vedere come ho creato le mie pagine sul mio photo journal:

 

COME DECORARE LE PAGINE SUL  JOURNAL

Il mio punto di partenza sono state le foto in stile polaroid che ho preso da Cheerz*. Hanno un ottima qualità, la dimensione giusta e arrivano in un delizioso packaging.

Se usate il mio codice  “ALEDERT” per acquistarle RICEVERETE UNO SCONTO DI 5€ sul vostro primo acquisto.

stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-1

stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-2

Poi ho sistemato le foto sulle pagine bianche lasciando un po’ di spazio in alto per il titolo e disegno i riquadri per il journaling, il racconto con le parole, con un righello.

stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-6 stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-8

 

stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-17 stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-18

Per gli elementi decorativi utilizzo un bloc-notes ne disegno alcuni divisi per categoria in modo da averli sempre a portata di mano. Stessa cosa faccio per i font e gli headers. Trovo ispirazione cercando “doodles” o “doodles bullet journal”  su youtube, ce ne sono tantissimi!

stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-12

Scrivo, decoro e a volte disegno. Uso delle matite pastello per le linee e  delle matite acquerellabili Faber-Castell per colorare che sono molto più semplici da utilizzare rispetto ai normali acquerelli.

stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-9

Ed ecco il risultato:

La nostra vacanza a Vieste:

stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-21

Il trekking con gli Alpaca ad Acerenza in Basilicata :

alpaca_stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-1

stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-16 stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-15

Il tour “The gira” a Pietragalla:

stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-10 stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-14 stampe_polaroid__online_come_fare_photo_journal_smashbook_scrapbook-13

Il vantaggio che ha questo tipo di journal è che siete libere di aggiornarlo quando vi piace e non siete obbligate a farlo tutti i giorni. In più vi permette di creare, rilassarvi e liberare la mente senza necessariamente avere una grandissima manualità e senza aver bisogno di troppo tempo.

Cosa ne pensate di questo journal? Fatemi sapere nei commenti!

E se il post vi è piaciuto condividetelo sui social ^__^ 

 

 

 

Plan with me || Come decorare l’agenda per l’autunno

Buongiorno ragazze! Siamo ormai in autunno da circa un mesetto, cosa ne pensate di questa stagione? Superati i tempi della scuola nei quali significava solo studio, studio e ancora studio oggi posso dire di averla rivalutata tantissimo.
Perchè la amo?
Prima di tutto per i suoi colori. Per una sognatrice il foliage è pura poesia.
Aggiungeteci che sono una fotografa e che amo scattare ritratti nella natura e capirete subito perché adoro questa stagione.
Mi piace anche il ritorno delle tisane, dell’ “ammucc ammucc” sotto le copertine con annessi film e serie tv su netflix, e delle belle e soffici torte calde.
Non amo il freddo che, almeno qui in alta collina, diventa già tagliente soprattutto all’imbrunire e ti obbliga a vestirti già con cappotto e piumino il 30 Settembre.
Non amo il buio, che ti avvolge come un velo inquietante e fa sembrare la giornata cortissima.
E non amo il cambio di stagione che porta inevitabilmente spossatezza e infiniti mal di testa.
Perè ho deciso di vivere ogni momento dell’anno al meglio, quindi cercherò di godere solo delle cose belle e di mettere in secondo piano quelle che lo sono di meno.
E voi cosa amate e odiate dell’autunno? Condividete i miei pensieri?

Passando alla nostra decorazione oggi vi propongo per celebrare l’arrivo di questa stagione alcune pagine settimanali sulla mia agenda kikkik.

I colori predominanti sono inevitabilmente il rosso, l’arancione e le decorazioni sono foglie, castagne e ragazze che indossano cappellini e vestitini.

 

 

 

E qui quelle sulla webster’s pages:
come_fare_agenda_setup_kikkik_carpediem_ballerina-36 come_fare_agenda_setup_kikkik_carpediem_ballerina-37 come_fare_agenda_setup_kikkik_carpediem_ballerina-38 come_fare_agenda_setup_kikkik_carpediem_ballerina-39

E infine vi lascio con il video con una decorazione passo passo.

 

Gli stickers autunnali li ho comprati da la Betty:
l’altro materiale che ho utilizzato lo trovate in questa board:

 

Altre cosine troppo carine che potrebbero piacervi per l’agenda e non solo:

Fatemi sapere cosa ne pensate e qual è la vostra decorazione preferita!

E se il post vi è piaciuto condividetelo sui social! 

Come decorare e fare il setup dell’agenda || Paperchase personal

Quando decoro la mia agenda provo a seguire un tema in base al materiale che ho e all’ispirazione del momento.

Per la mia agenda personal paperchase ho voluto scegliere un tema botanico/vintage che richiamasse la cover ed ho preso ispirazione dalle bellissime pagine decorate di Luciana di Lucy in Wonderland, la mia guru in tema di agende e setup.

 

Lei mi ha fatto scoprire anche il bellissimo planner society kit di Scarlet Lime che vi arriva mensilmente dall’America e contiene tante chicche adatte per il vostro planner: timbrini, carte, paperclip e altro ancora…
Ho utilizzato infatti moltissimi abbellimenti di questo kit per realizzare il mio setup.

 

L’altro materiale invece è di docraft della collezione papermania “nature’s gallery” e “craft collection
in particolare della collezione craft ho adorato le carte che richiamano il tessuto dell’agenda.
Avevo ordinato un bundle di entrambi ma purtroppo non sono più disponibili sul sito trovate qualcosina rimanente delle due collezioni qui e qui.

Poi ho utilizzato questi timbri con fiori e foglie di aliexpress e questi timbri con le citazioni che sono di ottima qualità, hanno un prezzo davvero irrisorio e ho finito per adorarli e usarli un po’ ovunque.
Ho prima invecchiando la pagina con i distress ink e poi l’ho timbrata dando l’effetto texture utilizzando sia colori chiari che scuri.

 

Per dare un effetto realistico alla decorazione ho utilizzato anche vecchi fiori secchi e della menta che avevo lasciato seccare all’interno di un libro come facevamo da piccole.
Questi gesti quasi dimenticati hanno un non so che di magico e mi riportano indietro nel tempo.

E’ online anche il video dove vi racconto tutto il setup:




Fatemi sapere cosa ne pensate e qual è la vostra pagina decorata preferita! E se la decorazione vi piace condividetela :)


Vi ricordo che potete iscrivervi al mio gruppo su facebook dedicato ad agende e diy “nel paese del web” dove posto tutte le anteprime dei video, giveaway e piccoli regalini.

Unboxing e recensione agenda pocket Paperchase

Buongiorno ragazze come state? Oggi vi presento la mia nuova agenda pocket di paperchase.
Ebbene si alcune hanno la malattia delle borse, altre delle scarpe e poi ci sono io che compro agende.

RECENSIONE E DESCRIZIONE AGENDA PAPERCHASE

Questa piccolina era carinissima, aveva un bellissimo motivo floreale e soprattutto era scontata.
Aggiungetevi il fatto che non avevo ancora una pocket e voilà l’acquisto è fatto.
Vediamo nel dettaglio come si presenta l’agenda

Cover: in tessuto sia nell’esterno che nell’interno. 
Tasche interne: verticali molto profonde
Anelli:  molto stretti.
Pagine interne: Stickers per etichette, calendario mensile su due pagine, calendario settimanale su due pagine, to do con checklist, meeting notes. Sei divisori bianchi. Grafica essenziale.

 

 

 

 

 

 

 

 







Impressioni personali:
Fuori la adoro e credo la terrò in borsetta per appunti veloci, citazioni e liste.
L’interno invece mi piace un po’ meno perché ha una grafica molto spartana, quindi via di refill personalizzati!

L’agenda potete trovarla qui su paperchase al prezzo di 13,25€
E’ disponibile anche nella versione personal (17,50 €) e A5.

Fatemi sapere cosa ne pensate. Vi lascio il video: